Immagine
 Proletari di tutti i paesi, unitevi!... di Annalisa
 
"
un urlo selvaggio denso ...un urlo selvaggio denso che io rilancio con tutta la forza delle ferite di un amore a brandelli contro queste ore di padroni affamati di sangue di retate contro le sbarre pesanti dell'emarginazione contro le foreste di un dolore e una solitudine senza fine.

Ferruccio Brugnaro
"
 
\\ : Articolo
Ponticelli, dove i rom fanno più paura dell'amianto
Di Annalisa (del 05/06/2008 @ 20:49:34, in In Italia, linkato 2047 volte)
A Ponticelli, dove i bambini giocano nell’amianto ma gli abitanti hanno più paura dei rom,  sembra esserci una percezione distorta del problema sicurezza. Il presunto rapimento di una neonata da parte di una giovane rom e l’operazione di terrorismo mediatico che ne era seguita, avevano  fatto scattare nei giorni scorsi la furia collettiva e in una sola nottata sono stati dati alle fiamme ben cinque campi nomadi, dopo che  centinaia di persone terrorizzate tra cui moltissimi bambini e neonati erano state allontanate a suon di minacce e bastoni da una folla inferocita.
Giornali e televisioni hanno così  gettato il cerino su quella che di fatto era una polveriera, fatta di cattiva gestione del territorio ed  emergenze di ogni tipo: sanitaria, ambientale, abitativa, di sicurezza, di degrado. Qualcuno già esasperato da una pessima e criminale gestione della cosa pubblica, qualcun altro rispondendo a interessi non proprio limpidi, ha deciso in quel contesto di farsi giustizia e pulizia da solo. E’ difficile districare,  in una realtà complessa come quella di Napoli e nel caso particolare di Ponticelli, la fitta rete di relazioni che esiste tra Camorra, istituzioni, singoli cittadini e imprenditori, soprattutto costruttori edili.  Se ne è parlato pochissimo, ma a  Ponticelli il prossimo 4 agosto  scade il termine per avviare i lavori di edilizia pubblica e privata che rientrano nel così detto Programma di Recupero Urbano (PRU), approvato recentemente dalla Giunta Comunale. Se questa data  prevista non verrà rispettata,  saranno  revocati i finanziamenti ministeriali che si aggirano intorno ai 67 milioni di euro. Una settimana dopo l’assalto ai roghi dei campi nomadi, è provato  che questi sono già stati puliti e  bonificati, con una solerzia rara e pertanto sospetta  e con la stessa solerzia sono già stati smaltiti anche alcuni di quei pannelli all’amianto di cui il quartiere  è ancora pieno e la cui presenza nociva viene inutilmente denunciata da anni.
 
I bipiani all’amianto del terremoto
Pannelli danneggiati e pertanto ancora più pericolosi, che i rom utilizzavano per costruire le loro baracche e che avevano recuperato perchè erano stati lasciati incustoditi a seguito della parziale demolizione  di alcuni dei così detti “bipiani del terremoto”, prefabbricati montati  a Ponticelli nel 1980 durante l’emergenza abitativa che seguì al sisma di quell’anno e costruiti interamente con pannelli all’amianto.   E così mentre la diossina sprigionata dai roghi dei copertoni che bruciavano i nomadi per estrarne il rame è stata, dicono, oltre al presunto rapimento della bimba, uno dei motivi scatenanti della follia razzista di qualche centinaio di persone, si tollera ancora oggi  a Ponticelli, da ormai venticinque anni, nella più assoluta indifferenza delle istituzioni, la convivenza  con le fibre di amianto sparse praticamente dappertutto.
Ma mentre i  rom rubano, puzzano, li incontri per strada o sui mezzi pubblici, ti infastidiscono all’uscita dalla messa, i copertoni che bruciano sprigionano diossina ed emettono un fumo nero che vedi anche da lontano,   l’amianto c’è ma non puzza, sta lì e puoi anche fare finta che non esista, fa morire, ma di una morte lenta che non si sa bene quando arriva e se poi le istituzioni rassicurano che c’è ne è talmente poco, probabilmente non è nemmeno così dannoso per la salute come dicono.
Nei bipiani, in quelli non ancora sgomberati,  notoriamente pericolosi, trovano alloggio centinaia di famiglie, sia di extracomunitari che di cittadini della zona,  nonché disperati di ogni genere e nazionalità, per i quali non si riesce a trovare una sistemazione alternativa. Sono già  noti casi di tumori e leucemie tra i bambini che vivono tra quelle pareti assassine, tre solo negli ultimi sei mesi.
Fino a qualche anno fa lì risiedevano anche alcuni rom, prima di essere dislocati nei campi nomadi per poter provvedere alla demolizione dei prefabbricati, avvenuta soltanto parzialmente,  e che,  ormai abbandonati alle intemperie e mai rimossi, continuano a rilasciare nell’aria pericolose fibre di amianto. Sono diventati luoghi di gioco per i bambini e rifugio per clandestini ed extracomunitari.
 
La scuola San Giovanni Bosco
In questi giorni abbiamo sentito parlare spesso della  scuola San  Giovanni Bosco, del 57° circolo didattico di Napoli-Ponticelli, saltata alla cronaca  dopo un’inchiesta del quotidiano La  Repubblica che, intervistando gli alunni, ha dato ampio spazio ai  macabri e violenti dettagli sui roghi dei campi rom. E’ così che  si altera la percezione del problema sicurezza in un paese,  il nostro, che ormai è incapace di vedere al di là delle proprie paure più immediate. Tra i tanti temi degli studenti,  tra i quali ne spiccano tantissimi dove si denunciano  gli episodi di razzismo e dove si esprime   solidarietà ai loro coetanei nomadi rimasti senza una casa, la giornalista ha scelto quelli che meglio rappresentano l’ipocrisia generale del paese Italia.
“Abbiamo dovuto usare le maniere forti” hanno scritto nei loro temi alcuni bambini della scuola.  Siamo consapevoli  che si è trattato di un esiguo numero di bambini, rispetto a quanti invece hanno dimostrato di avere maggior senso civico.  Quello che è certo invece è che tutti i genitori e gli insegnati  dei bambini di quel complesso scolastico sono consapevoli che i loro figli e i loro alunni, anno , anno dopo anno, dall’asilo alle elementari e poi alle medie, respirano giorno dopo giorno  fibre di amianto. E non solo loro, ma tutta la popolazione che vive nei dintorni di Via Luigi Volpicella a Ponticelli.
Via Volpicella è infatti la strada  dove si trovano i bipiani ed è adicente a Via Angelo Camillo De Meis, dove risiede proprio  la scuola del quartiere, la Giovanni Bosco. Purtroppo la vulgata generale che si è mobilitata nel denunciare l’emergenza rom prima e gli episodi di razzismo popolare che ne sono seguiti poi, si è dimenticata   di denunciare il razzismo istituzionale che condanna moltissimi bambini, di ogni nazionalità, piccoli studenti di quella scuola  a vivere nei bipiani fatiscenti adiacenti al plesso scolastico, respirando giorno dopo giorno la polvere d’amianto che li sta uccidendo lentamente e che si sparge in tutta la zona. Fu un bambino albanese nella primavera del 2003 a scrivere all’allora sindaco di Napoli Rosa Russo Iervolino, denunciando la situazione. Tutto è rimasto immutato.
Petizioni, denunce, richieste  sono state fatte anche da parte di alcuni comitati di cittadini e da politici locali, tutte rigorosamente senza nessun seguito,  ma non c’è mai stata   nessuna azione rabbiosa e violenta come quella messa in moto per liberare in una sola nottata i campi nomadi da quella presenza umana fastidiosa, maleodorante che “è sporca”, “che non lavora” , e che “ruba i nostri figli”.
Nessuna “emergenza sicurezza” per l’amianto,  che c’è ma non si vede  ( e non ruba i bambini).
Articolo Articolo  Storico Storico Stampa Stampa
I commenti sono disabilitati.
Ci sono 63 persone collegate

< novembre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
    
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
 
             

Cerca per parola chiave
 

Titolo
Antifascismo (14)
Anti-mafia (13)
Appuntamenti (84)
Argentina (10)
Boicottaggio Israele (5)
Bolivia (12)
Brevi (1)
Briciole/Migas (60)
Cile/Chile (16)
Colombia (103)
Conferenza Mondiale delle Donne - Caracas 2011 (3)
Controvideo (1)
Cosa si stanno dicendo?/Qué se dicen? (2)
Cuba (8)
Diario boliviano (3)
Dis-informazione/Des-información (69)
Ecuador (4)
El Salvador (1)
En español (58)
Fondazione Neruda/Fundación Neruda (6)
Haiti (4)
Honduras (29)
Humor (20)
Il mondo/El mundo (44)
Immagini/Imagenes (42)
In Italia (119)
Insieme per il Trullo (7)
Interviste (9)
Invito alla lettura/Invitación a la lectura (26)
La memoria (21)
La peggiore/La peor (7)
Lavoro (8)
Lettere/Cartas (29)
Libia (1)
LIMEDDH (26)
Mapuche (16)
Messico (48)
Musica (6)
Nigeria/Il Mend (9)
Non solo poesia (25)
Palestina/Medio Oriente (6)
Paraguay (3)
Perù (24)
Poesia (4)
Poesie mie/Mis Poemas (18)
Repubblica Dominicana (6)
Segnalo/Recomiendo (6)
Società/Sociedad (25)
Traduzioni/Traducciones (16)
Uruguay (4)
Venezuela (21)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
Ricordi quelle famos...
27/07/2010 @ 21:54:42
Di Titus
Leggetevi TUTTI ques...
27/07/2010 @ 18:21:46
Di Francesco
Enzo Tiezzi é scompa...
27/07/2010 @ 11:25:00
Di paolo manzelli
a quando la notizia ...
27/07/2010 @ 10:23:31
Di bruno rosa
La banalizaciòn del ...
26/07/2010 @ 23:39:57
Di sandra
Un ultimo appunto pe...
26/07/2010 @ 23:13:57
Di Die
Ciao Annalisa, era m...
26/07/2010 @ 23:04:32
Di Diego ... o Die
Nello stesso giorno,...
25/07/2010 @ 19:09:49
Di Titus
Se non ci fossi biso...
25/07/2010 @ 03:07:37
Di Mauro Pigozzi
Ma soprattutto, la c...
25/07/2010 @ 02:16:11
Di Paolo
Notizia assai intere...
25/07/2010 @ 02:13:03
Di Paolo
Ogni tanto mi conced...
25/07/2010 @ 00:43:32
Di Annalisa
Hola querido y estim...
25/07/2010 @ 00:42:20
Di Annalisa
Caro Sig Andrea, Le ...
24/07/2010 @ 14:22:52
Di Marco Bazzoni
Hasta siempre don Lu...
23/07/2010 @ 21:33:21
Di Pedro


Titolo
Sei d'accordo con il boicottaggio dei prodotti israeliani?

 Si
 No
 Non so

Titolo

 

 

 

(clicca sull'immagine per ascoltare)

 

El Blog de los Bolivarianos en México
COLLABORAZIONI / COLABORACIONES:
  (LIMEDDH)
- Ass. Wenuykan – Amicizia con il popolo Mapuche
 
 

 

 

 

HOME PAGE

 

Subscribe in a reader                                      

 

Liga Mexicana por la Defensa de los Derechos Humanos

  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 asud

 

 

Constitución de la República Bolivariana de Venezuela

Reforma Costitucional en Venezuela 2007

 

 

    

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Listening…Musica

Radio Red del Sur – La antena de trova en internet

Samba Pa Ti – Santana

 

Reading … Libri… Libros...

Piero Bevilacqua - Miseria dello sviluppo (Editori Laterza)

Slavoi Ziozek - In difesa delle cause perse (Ponte alle grazie)

Giorgio Ruffolo - Il capitalismo ha i giorni contati (Gli struzzi Einaudi)

 

Watching… Film

 

En el tiempo de las mariposas , 2001

 

 

 

 

La ragazza delle balene, 2002

 

 

 

 

 

 

 

  

 

Add to Technorati Favorites BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

Top Tags

on Annalisa Melandri

We do not currently have tags for this blog.

Get this widget Powered by Technorati



Titolo
America Latina
Altramerica - Marco Coscione
La Patria Grande - Attilio Folliero
Latinamericaneggiando di Gabriella Saba
Latinos - Il blog di Paolo Manzo
Latinoamerica express - Fabrizio Lorusso
Antiper - critica rivoluzionaria dell'esistente.teoria e prassi del non ancora esistnte
Disinformazia il blog di Mauro Pigozzi
Libera Roma - antifascismo a Roma
Polvere da sparo - Valentina Perniciaro
Lavoro
Primo Maggio - foglio per il collegamento tra lavoratori, precari, disoccupati
Cuba
Messico
Perú
Boicotta Israele - Rete per il boicottaggio
Arte, poesia,letteratura
Javier Heraud - Poesia Latinoamericana in italiano
Javier Heraud - Poesia Latinoamericana en español
Amici
Concienciapersonal - Monique Camus
La penna che graffia - Riccardo Gavioso
Fotografia
Editoria
Radio
RadioReddelSur - La antena de trova en internet


15/11/2019 @ 22:27:19
script eseguito in 399 ms