\\ : Articolo : Stampa
Bologna, polemiche sul manifesto fascista
Di Annalisa (del 18/04/2009 @ 00:34:33, in In Italia, linkato 878 volte)
Il Comune di Bologna ha scelto questa immagine per promuovere via mail un convegno sulla violenza alle donne. La scelta, ovviamente discutibile ha scatenato innumerevoli e comprensibili proteste.
Si è trattata indubbiamente di una decisione presa con leggerezza e con superficialità.
Non si è tenuto conto della situazione di emergenza razzismo nella quale vive il paese. Chi ha scelto questa immagine per promuovere un convegno sulla violenza alle donne ha dimostrato di non vivere appieno il tessuto sociale del nostro paese. E di per sé, per chi governa, per chi lavora nella pubblica amministrazione e in quella politica, è già una colpa. Grave.
 
Nei giorni immediatamente successivi all’omicidio di Giovanna Reggiani, uccisa e violentata nel novembre del 2007 a Roma dal romeno Nicolae Romolus Mailat, gruppi di estrema destra avevano tappezzato i muri della capitale  e non solo  proprio con questo manifesto  e con  alcuni simili dove era riportata la stessa scritta.
 
Gli organizzatori hanno detto che è stato frainteso, forse è vero. Che le intenzioni fossero  nobili  lo si può immaginare, lo si  dovrebbe immaginare. Tuttavia la particolarità del momento sociale che viviamo, il contesto politico e culturale del nostro paese chiedono, pretendono che simili leggerezze non avvengano.
 
Purtroppo siamo sprofondati nel buio e abbiamo bisogno di essere presi per mano ad ogni piccolo passo, come i bambini.
.
Rimando al blog di Barbara Spinelli, giurista, una delle relatrici al convegno. Autrice di "Femminicidio", e a Marginalia, il blog di Vincenza Perilli.