\\ : Articolo : Stampa
La storia d'Italia conservata nelle case
Di Annalisa (del 22/07/2008 @ 13:30:10, in La memoria, linkato 829 volte)

Montenegrina – Questa giovane ragazza, fotografata prima della cattura, era sospettata di essere una collaboratrice dei partigiani. Fu uccisa schiacciandole la testa con una pietra: c'era l'ordine di non sprecare pallottole nelle esecuzioni dei “ribelli”.

 
“La storia d’Italia conservata nelle case” è il titolo di una trasmissione che andrà in onda a Radio Onda Rossa  domani,  23 luglio alle ore 11.
Sarà diretta da Salvatore Ricciardi  e si avvalerà della collaborazione dell’amico Gavino Puggioni, esperto e studioso di storia orale e scrittura popolare, che  interverrà telefonicamente.
La trasmissione, alla quale seguiranno altre iniziative  sia editoriali che in rete,  ha per oggetto proprio lo studio della storia orale del nostro paese, fatta e scritta da coloro i quali l’hanno vissuta in prima persona.
Nel corso della prima trasmissione sarà presente Davide Conti, autore del libro: L’occupazione italiana dei balcani – Crimini di guerra e mito Della brava gente (1940-1943). Ed. Odradek.
 
 
"La trasmissione di mercoledì 23 parlerà  del Regio Esercito durante l'occupazione italiana dei Balcani negli anni 1940-1943.
Occupazione caratterizzata da una lunga serie di crimini di guerra, di cui una testimonianza sono le quattro fotografie, (di cui pubblicata su questo sito)  scattate a Niksic in Montenegro da un soldato italiano tra il maggio e il novembre 1942. Delle quattro fotografie racconteremo le loro origini, il loro ritrovamento e le ricerche che ne sono seguite per raccontare la storia, le storie, di cui sono viva testimonianza." (Gavino Puggioni)
...
Qui la registrazione della trasmissione di Radio Onda Rossa