\\ : Articolo : Stampa
El Caracazo - 18 anni dal massacro
Di Annalisa (del 27/02/2007 @ 08:46:21, in La memoria, linkato 2541 volte)
Oggi è un giorno triste per il Venezuela, il 27 febbraio del 1989 una grande protesta popolare in Venezuela contro le misure  neoliberali adottate dal governo  di Carlos Andrés Perez fu duramente stroncata con il sangue. Migliaia di morti, migliaia di venezuelani  furono assassinati dalla repressione  militare. Migliaia di uomini, donne e bambini. Non si è saputo mai esattamente quanti furono, forse 10.000. Migliaia di uomini, donne e bambini che semplicemente  reclamavano un tozzo di pane, una arepa, un piatto di pasta, furono uccisi.
Tra i responsabili di questo massacro, che ancora reclama giustizia, ci fu anche l’italo-venezuelano, il Ministro della Difesa Italo del Valle. Per questo italiano, uomo ripugnante il disprezzo e l’indignazione di tutti gli italiani.
Nessuno dei responsabili del massacro è stato condannato, nè Carlos Andés Perez, allora Presidente della repubblica, né il suo ministro più coinvolto, Italo del Valle. Sappiamo che è possibile che questi miserabili, questi codardi capaci di ordinare un massacro di uomini e donne che semplicemente reclamavano al governo di non potere più andare avanti con la fame, non  faranno mai un giorno di carcere e moriranno senza essere giudicati dalla giustizia degli uomini. E’ possibile che siano altri Pinochet e che moriranno di vecchiaia senza trascorrere un solo giorno in carcere. E’ possibile, quasi certo. A questo indegno, ripugnante e codardo italiano il disprezzo e l’indignazione di tutti gli italiani.
 
Traduzione di Annalisa Melandri